Loading...

venerdì 14 ottobre 2016

giovedì 13 ottobre 2016

SWING'N'MILAN - JACK AND JILL FINALS




video

Filippo Bertolini con Federica Imbriano, 2^ calssificati

Dizionarietto:

Jack and Jill
E’ una gara di lindy hop o di boogie woogie, in cui si deve ballare improvvisando come nel corso di una normale serata di ballo sociale. I ballerini si registrano singolarmente e verranno messi in coppia, dal caso, con molteplici partner nella fase delle eliminatorie. Le eliminatorie saranno in formato all-skate ed i ballerini verranno giudicati individualmente. Per il round finale, ai ballerini verrà assegnato, dal caso, un partner unico e la coppia così formatasi verrà giudicata in formato "phrase-battle". 

Tutte le gare si svolgono in base a quattro formati:
Show case: i competitori si esibiscono con una coreografia realizzata da loro e con la loro musica;
All-Skate: si balla improvvisando come se si fosse in sala. Tutti i competitori ballano contemporaneamente in pista;
Phrase-battle: questo è un formato tipico delle jam session[1]. I competitori ballano a turno, uno per volta, nell'ordine che è stato loro assegnato, per una o due frasi musicali ciascuno finchè la canzone non termina.
Spotlight: le coppie escono una per volta in pista e danno il loro meglio per impressionare pubblico e giudici, avendo a disposizione almeno otto 8 ciascuna; terminati i loro 8 lasciano spazio alla coppia successiva. Riballano se la canzone continua.
Jam Session
E’ una esibizione spontanea, spesso durante una serata o alla fine di una gara, dove la coppia leader inizia a dare esibizione e a lei si susseguono seguendo la struttura dei Chorus le varie coppie migliori del gruppo. I fans incitano, e il tutto diventa una sorta di gara. Possono partecipare tutti, non è riservata ai migliori, ma in genere sono loro che si esibiscono. Alla fine si balla insieme scambiandosi le dame.
Si usava ai tempi di Frankie Manning nel locale Savoy[2], e prima di lui pur chiamandosi “showing off” e più recentemente nei diversi locali anche in Italia negli anni Cinquanta, quando il boogie woogie era al suo apice di popolarità[3].


[1] Jam Session: in campo musicale significa una riunione di musicisti che a turno improvvisano dei lunghi assoli. Di solito le jam sessions si svolgono a tarda ora nei locali notturni al termine del regolare lavoro dei musicisti.
[2] Al Savoy nel corso degli anni Trenta era riservato uno spazio detto il Corner ai ballerini migliori di Lindy hop e di break away prima. Dove i migliori ballerini si potevano esibire senza disturbare gli altri. Vedi Frankie Manning, Ambasciatore del Lindy hop, pg. 80, cit.
[3] Ezio Longhi, Diario di un falegname, 2014, pg. 78, Medinforma.

Da "Le danze swing" di Paola Bruno

martedì 4 ottobre 2016

SWING CON UN "CLICK"

Una considerazione a freddo.
Come cambia l'ambiente dello swing anno dopo anno. E' più veloce di internet. Lo swing è diventato un prodotto "online", vincente l'approccio rapido e l'immagine nitida.
Più di due parole spese intorno al concetto di cultura, pazienza, consapevolezza e si è già belle che persa l'attenzione, in favore di un altro, più rapido "click".

A questa velocità nella scelta del "pacchetto" iniziale, che va di pari passo con l'interesse crescente verso l'ambiente delle danze sociali legate al jazz, al blues e allo swing, corrisponde a una riduzione nell'immaginario della strada necessaria per dare un senso alla meta. E questo non solo per le matricole, ma aihmé anche per i veterani.
Lo swing è una sfida individuale che per essere sincera e avere successo, in tutti i sensi,  richiede molto. Non si diventa dei bravi ballerini perché si va a un festival in capo al mondo o perché si è pagato un maestro incredibile per sentirlo spiegare. Non basta e spesso è addirittura controproducente. Senza contare che  "avere swing" non significa per forza essere dei campioni.

Pagare per partecipare scegliendo un progetto di qualità,  è solo il primo piccolissimo passo, poi tocca a noi: allenamento, pazienza, costanza, umiltà molta consapevolezza e ancora cultura musicale, valori sociali, conoscenza storica.

E poi basta con questi messaggi elitari, sembra di stare in India con le caste, o nel medioevo con il feudalesimo: comprare un  corso di ballo o un workshop, assimilandolo all'acquisto di una borsa di Gucci, che tanto dice sull'idea di status symbol, significa stravolgere la cultura originale di queste danze, che è esattamente legata a valori opposti: inclusione e  multiculturalità. 

Insomma, tra un click e l'altro, avendo un po' di tempo bisognerebbe rifletterci su.


lunedì 12 settembre 2016

CORSI DI CHARLESTON A MILANO

Per chi lo vuole ballare
imparare
annusare
A chi piace esibirsi in una performance spiritosa

Per chi ama la sua cultura tutta al femminile


corsi



Nella foto Micaela Iannetti

Ma chi era Josephine Baker?


LO SWING A MILANO: LA NOSTRA COMUNITA'

Quest'anno Nonsolocharleston presenta un Open Day molto particolare: una intera giornata dove si alterneranno esibizioni, prove, ballo e chiacchiere.
Un modo per presentare la nostra Associazione e il suo modo di intendere la cultura "swing", fatta di proposte didattiche, feste e progetti culturali.




Alcune foto della giornata


shag


boogie woogie


charleston


lindy hop


balboa



mercoledì 31 agosto 2016

LABORATORIO DI DANZA E FOTOGRAFIA SWING

Sono orgogliosa di condividere questa iniziativa, che conclude un percorso di studio promosso dalla Associazione Nonsolocharleston.
Iniziativa gratuita, che insiste sull'aspetto creativo e sostanziale dell'approccio al mondo dello swing, prendendo le distanze dalle logiche di mercato.




LABORATORIO DI DANZA E FOTOGRAFIA SWING
sabato 24 settembre 2016 - h. 19,00-22,00, via Zendrini 22, Mlano


con Paola Bruno e Benedetta Pitscheider 



Una giornata di Festa dove sarà possibile sperimentare in una particolare Laboratorio creativo fotografico, la propria "immagine danzante".
Ci aiuta  Pitsfoto con un set assolutamente vintage autentico e una sperimentazione particolare.

Segue uno breve laboratorio storico-teatrale di ritmo e una simpatica gara di Musicalità aperta a tutti.

L'ingresso è gratuito.
E' possibile contribuite con bibite e merende.

Ci hanno sostenuto:
Arcadia ASD, Ass. Coolturando, Spirit de Milan, Pretty Chic Profumerie, Vintage Roots, Tartuca Onlus, Sfumature di Cipria

I PREMI IN "BALLO" 
Profumi Pretty Chic, Full Pass Swing'n'Milan, Single Pass Festival Swing Emotion, 6DVD Rock and Roll Vintage Roots, Free entry Swing'n'Milan, 2 Ingressi Musei/Esposizioni Milanesi








lunedì 8 agosto 2016

MUSICA E MUSICALITA': DALLO SWING AL ROCK AND ROLL

Progetto Musical-mente:
per fare amicizia con a musica e ballare ancora meglio!

video
Il progetto Musical-mente

video
Valter Ganda ci parla di Swing



video
Howlin Lou ci parla di Rock and Roll