sabato 21 luglio 2012

Per tutte le mamme e le nonne

Se hai paura di ballare swing dopo una "certa età", di apparire ridicola o peggio, beh guarda questo! Lei ha 88 anni... come sei da giovane, a mio avviso, così sei da vecchia...non rinunciare a te stessa!
(mi permetto di chiamare vecchi i vecchi perché non sono le parole a offendere!)

SE PENSI DI ESSERE TROPPO VECCHIA PER QUESTO BALLO..

Video da: Vernacular Jazz Dance



Jean Veloz-Icon of the Swing Dance




Cos'è il Lindy Hop...

Pubblico questa nota di Silvia, del luglio 2012, perché sottolinea quella che io trovo l'aspetto più entusiasmante di questo stile di ballo: la sua mutevolezza che difficilmente le scuole, anche le migliori, riusciranno a imbrigliare in figure e forme codificate, in quanto libero per sua stessa natura.
Codificandolo, bloccandolo anche nel tempo, a mio avviso diventerebbe una pura esibizione di stile.
Invece così è contatto di corpo e di cuore, libertà, comunicazione e deliziosa forma.


PERCHE' BALLARE LINDY HOP? E CHE COS'E'?
pubblicata da Silvia Palazzolo il giorno venerdì 20 luglio 2012 alle ore 12.09 ·



COS'E' IL LINDY HOP?

Il Lindy Hop è la forma più autentica di ballo Swing, evolutasi dal Charleston e da altre danze jazz negli anni 20 ed esplosa poi nella Swing Era degli anni 30 e 40. Si diffuse da Harlem, a New York, dove nacque, atraverso tutti gli Stati Uniti per arrivare poi in tutto il resto del mondo sotto forme diverse, e sbarcare in Europa ed in Italia dopo la Liberazione, nel 1945, dove si è poi trasformato in Boogie Woogie. Deve il suo nome, a quanto dice la leggenda, a Charles Lindbergh ed al suo famoso "salto" (‘hop’) attraverso l'Atlantico a bordo del suo aereo. In altre parti del mondo si chiama anche Jitterbug. Il Lindy Hop è molto famoso per i passi acrobatici, ma non è questo il solo aspetto di questo ballo. Può essere ballato nel sociale su tempi lenti e veloci ed è perfetto per tutte le età e per tutti i livelli di allenamento fisico. Vi chiederete allora, cosa rende il Lindy Hop così speciale? Ecco alcune caratteristiche fondamentali di questo ballo.


La musica

Per definizione il Lindy Hop e qualsiasi ballo Swing si balla su musica jazz-swing-blues, uno stile musicale popolare negli anni 30 e 40. In particolare questo vale per il Lindy Hop ed è quello che lo differenzia da altri balli successivi come il Rock ‘n Roll, il Rockabilly, il Jive, il Boogie, il West Coast Swing - questi balli vengono tutti dal Lindy Hop, ma vengono tutti ballati su altri generi musicali. Il Lindy Hop è il ballo Swing apiù autentico. Ovviamente si può ballare anche su altre musiche, ma non sarà mai così meraviglioso come ballarlo con musiche che contengono la "pulsazione" tipica dello Swing ("pulse"). Il Lindy Hop si è evoluto, nel tempo, insieme al Jazz, per questo risponde esattamente alla natura della musica su cui è stato creato. I ballerini di Lindy sono musicali - questo significa che ascoltano la musica e la interpretano spontaneamente con il loro ballo, sia che conoscano il brano sia che non lo abbiano mai ascoltato nella loro vita. Esattamente come il Jazz, il Lindy Hop si basa sul ritmo e sulla sincopazione.


La connessione

Il Lindy Hop è una comunicazione tattile col il tuo partner, che avviene attraverso una connessione fisica che continua in qualsiasi posizione vi troviate (prevede posizioni chiuse ed aperte, in infinite combinazioni). Una volta che avrete imparato la connessione fondamentale e le tecniche di guida, potrete ballarlo con chiunque. Attraverso la connessione, le ballerine sono in grado di seguire intuitivamente anche passi che non hanno mai fatto prima; questa comunicazione lascia tuttavia alla ballerina tutti i suoi spazi liberi per improvvisare a sua volta. Gli uomini controllano i movimenti della propria partner e possono anche modificare il ballo in maniera spontanea, per reagire alla musica o per far fluire una figura in quella successiva in maniera organica. Questa connessione e questa comunicazione danno ampia soddisfazione ad entrambi i ballerini, ed ogni ballo diventa come una conversazione. Imparare la connessione, la contro-tensione, il concetto di cornice e di guida del Lindy Hop, vi metterà in grado di ballare qualsiasi altro ballo di coppia.


L'improvvisazione

Proprio come la musica Jazz, il LIndy Hop è per natura dotato di un alto grado di improvvisazione. Quindi, non tutti i passi sono definiti o coreografati. I migliori ballerini sono quelli che sanno improvvisare mentre ballano, in maniera da "riflettere" la musica - e l'improvvisazione non è solo per gli uomini! Una caratteristica unica del Lindy è la libertà di espressione delle ballerine, che non sono bloccate nel movimento pre-definito ed ordinato dal ballerino, ma hanno il proprio spazio ed il proprio tempo all'interno del ballo per improvvisare movimenti e stili. Quando due ballerini si possono nutrire l'un l'altro di movimenti e stili improvvisati, si crea una relazione di "chiamata e risposta", un vero e proprio dialogo, esattamente come succede nella musica Jazz.


Lo stile individuale

A differenza di molti altri tipi di ballo, il Lindy Hop ha come scopo principale quello di sviluppare un proprio stile unico. Un ballerino di Lindy potrebbe apparire completamente diverso da un altro, anche se stanno eseguendo esattamente lo stesso passo. Ci sono molti stili predefiniti ed un numero infinito di stili individuali assolutamente unici, ma è tutto Lindy Hop - le basi sono le stesse, la stessa connessione e comunicazione e tutti i ballerini di Lindy possono ballare insieme, non importa con che stile. Con una buona tecnica, il vostro stile e la vostra interpretazione non interromperanno mai la connessione con il Vostro Paetner, quindi le opportunità per l'espressione individuale sono infinite - potete essere tanto acrobatici, o omogenei, pazzi o pieni di grazia ed eleganza quanto desiderate. La cosa più importate che dovete fare è: NON SMETTERE MAI DI CERCARE IL VOSTRO SWING! :)


L'aspetto sociale


Il Lindy Hop è soprattutto un ballo sociale (in opposizione ai balli da sala standardizzati ed istituzionalizzati o alla danza classica). Si è sviluppato parallelamente alla musica swing nell'atmosfera delle sale da ballo sociali americane degli anni 20,30 e 40, e lo spirito sociale permane. Non avete bisogno di un partner per imparare (a lezione si cambia spesso partner) e non dovete raggiungere alcuna abilità particolare prima di poter cominciare a ballare nel sociale - tutti i livelli ballano assieme. Sia gli uomini che le donne si chiedono l'un l'altra di ballare, ed è generalmente riconosciuto da tutti che ballare nel sociale con il maggior numero di partner possibili sia il modo più indicato per migliorare velocemente il vostro Lindy Hop - non dimenticatevene mai, anche quanto pensate di essere "arrivati"!

C'è anche un universo di cultura Swing in cui potete immergervi. Le comunità Swing sono una grande casa, non solo per gli appassionati di questo ballo, ma anche per gli appassionati della musica jazz e swing, così come per tutti gli entusiasta della storia e della moda della Swing Era. Lo Swing, ovviamente, non finisce con il Lindy. Ci sono una varietà di balli jazz e swing, come il charleston, il Balboa, l Blues, il Collegiate Shag. Se volete davvero spiegare le ali ed imparare a volare, lo swing è un fenomeno internazionale, con eventi e workshops in tutta Europa, Asia e negli USA, con un'enorme comunità on-line con cui prendere contatti se volete viaggiare ed essere ospitati. Molte scuole e società di Swing, invitano insegnanti internazionali per workshop mirati ai propri ballerini.

Il Lindy Hop è un elemento della vostra vita di cui presto non potrete più fare a meno (come il caffè, o la sigaretta, ma molto più salutare!) e dà grandi soddisfazioni, e le comunità italiane sono conosciute per essere tra le più accoglienti ed amichevoli del mondo. Provate a fare una lezione, e non ci vorrà molto perchè vi innamoriate anche voi di questo meraviglioso ballo.

venerdì 20 luglio 2012

UN BUON MODO DI AFFRONTARE LA SCENA

COME FAR CRESCERE LA PROPRIA SCENA - traduzione di un articolo di Jamin Jackson
pubblicata da Silvia Palazzolo il giorno venerdì 20 luglio 2012 alle ore 18.24 ·

Amici,
ho deciso di postare la traduzione di questo articolo di Jamin Jackson - con il suo permesso - perchè credo che il suo contenuto sia più che mai valido ed utile, soprattutto per noi Italiani.
Spero che sia fonte d'ispirazione per tutti voi come lo è stato per noi.
Grazie!

"La maggior parte dell più nuove comunità di Lindy Hop, sarebbe ben felice di avere almeno da 70 a 100 persone che frequentassero le proprie serate di ballo settimanali con continuità. Noi ci riusciamo. Dal momento che io viaggio molto, molte persone condividono con me i motivi per cui la loro scena è apparentemente, ed in via assoluta ed esclusiva, immune allo sviluppo ed al successo. "E' difficile far crescere la mia scena" "Non abbiamo abbastanza allievi giovani" "Siamo una piccola città" "Non ci sono ballerini di Lindy Hop" e così via.

Perchè alcune scene crescono più velocemente di altre? Non conosco tutte le risposte ma so quello che funziona qui a Tulsa, Oklahoma, e voglio condividere con voi questi concetti per il miglioramnento della vostra comunità di ballo. Spero che questo articolo via dia una nuova prospettiva che vi aiuti a prendere iniziative per far crescere la vostra scena. Buona lettura!

New blood is the life blood! Il sangue nuovo è il sangue della vita!

I nuovi ballerini che arrivano ad una serata di ballo, portano con sè tantissimo potenziale: infatti essi sono il futuro garantito del ballo. Sono eccitati, nervosi, ed al lvello massimo d'ansia perchè la loro conoscenza nel campo del ballo tende ad essere scarsa.

Sono super sensibili al sentirsi isolati e privi di fiducia in sè. Tendono a venire alle feste con altra gente, e normalmente decideranno se tornare oppure no solo se si sentiranno parte della serata e si divertiranno entro la prima mezz'ora.

Se ritoneranno, e se sono come la maggior parte della gente che vedendo un buon film o andando ad un eccellente ristorante, sparge la voce, ritorneranno soli oppure porteranno con sè altra gente. Noi a Tulsa siamo estremamente sensibili a questi bisogni, che si possono facilmente intuire negli altri, e siamo anche molto centrati sugli altri alle nostre feste.

One and Three rule - la regola dell'Uno e del Tre

Un modo semplice che abbiamo per aiutare la gente nuova, è di ballare avendo in testa i principi dell'"uno e del tre". La regola dell'uno e del tre riguarda i ballerini che hanno più doti in pista e sanno come condurre un ballo. Per ogni ballo divertente che si concedono, devono trovare, in cambio 3 persone che hanno un livello più basso del loro e farle ballare. E' tutto qui.

Nn è facile, ed a volte può essere noioso, ma è un ottimo investimento se si guarda alla longevità del ballo, coinvolgendo nuova gente in maniera attiva sulla pista da ballo. Io personalmente ho il mio obiettivo, ovvero ballare con quante più principianti possibili nella prima ora della serata, perchè non sanno ancora chi sono e si divertiranno.

Solo dopo, vado a cercare ballerine a mio livello e balleremo come facciamo di solito. Questo farà sentire ogni nuova ballerina al settimo cielo, semplicemente perchè hai ballato con lei mettendoti al suo livello ed il tuo ballo la ispirerà, così come il tuo desiderio di ballare con lei prima che con altre. I nuovi arrivati si sentiranno molto a proprio agio quando ti dovranno chiedere di ballare, se lavorerai in pista in questo modo.

COn tua grande sorpresa, avrete in cambio persone che torneranno alle vostre serate semplicemente perchè siste simpatici e gentili oltre che bravi ballerini, e perchè le avrete cercate nonostante il loro livello di ballo.

Il prossimo principio, aggiungerà ancora più benzina al fuoco.

Complements - i complimenti

Dal momento che siete dei bravi ballerini, avete un'influenza sulle persone nuove arrivate, ben superiore a quella che potete immaginare. La parole negative hanno così tanto potere sulla gente, ma quelle positive durano ancora di più, se sono sincere.

Dopo ogni ballo, incoraggiamo tutti i nostri ballerini più avanzati a complimentarsi con la persona con cui hanno ballato. Essere sinceri e genuini è l'idea di base, La gente capirà se non siete sinceri, per cui cercate di focalizzarvi su di loro quando ballate.

Incoraggiateli, sorridete, e cerate una cosa postiva da dire loro per aiutarli a sviluppare le fiducia in se stessi. Un complimento puà essere un semplice "grazie per aver ballato con me"

Questi principio è un must, se volete che la gente torni con altri balelerini felici di ballare. Se farete questo in maniera corretta, i nuovi arrivati VORRRANNO migliorare e cercheranno il vostro consiglio su come farlo.

Be a connector - unite la gente
Una della cose più belle dell'essere l'anello di congiunzione tra i nuovi ballerini ed il divertimento, è che loro collegano le loro esperienze positive alle persone. In molti casi, i ballerini torneranno se quella persona in particolare che li ha fatti sentire parte del gruppo, sarà presente.

La maggior parte delle volte io Mi metto in contatto con la persona o su facebook o in altri modi, e scrivo proprio a lei dopo la serata, per ringraziarla di aver partecipato. Molti di noi già lo fanno, ma in molti casi ringraziamo le persone sbagliate e dovremmo invece ringraziare quelli che saranno le rock stars e gli insegnanti di Lindy Hop DEL FUTURO.

Non saprete mai chi potrebbero essere. Un'altra cosa che noi facciamo è presentare i principianti con cui balliamo ad altri ballerini di un livello superiore al loro. Questo li metterà in contatto con persone come voi ed accrescerà le loro possibilità di avere ulteriori esperienze positive.

Questo aiuterà anche i vostri migliori ballerini a mantenere la giusta prospettiva.

In Conclusione


Molti di voi penseranno che questi principi siano un'esagerazione, perchè non corrispondono a quello che siete abituati a fare per natura. Ma ricordate che ogni cosa comincia in piccolo. Dovete sviluppare le abitudini che vi servono invece di quelle inutili. Se volete avere sempre ballerini presenti alle serate della vostra scena locale queste idee sono dei must.

Saprete che funziona, non in base a quante persone verranno, ma in base a quante ritorneranno. E'a questo punto che la vostra comunità inizierà a vincere. Tutto si raddoppierà, nel bene e nel male. Il vostro compito è che le cose positive superino quelle negative. Investire in questa filosofia, tanto quanto nel ballo stesso, creerà le basi per costruire scene durevoli.

Iniziate a pensare, prima di tutto, che ogni cosa che vi piace e che nn vi piace della vostra scena, può essere cambiata, e che tutto comincia da voi. Se una situazione si può modificare, non serve agitarsi, se non si può modificare, non serve agitarsi! In entrambi i casi dovete adeguarvi e vedere il problema come un'opportunità e lasciare che questa filosofia cambi l'atteggiamento con cui fate le cose.

Quando avrete fatto vostra questa realtà, avrete nuove abitudini che vi serviranno e lascerete perdere quelle inutili. Queste sono molte delle cose che abbiamo fatto per stabilire delle priorità nella crescita della nostra scena locale. Questo non implica ignorare tutti gli altri, ma vi suggeriamo di modificare la vostra prospettiva per riconoscere quelle persone nuove che potrebbero far crescere il livello delle vostre serate, in futuro.

Non saprete mai chi incontrerete, se non sviluppate l'abitudine di essere predisposti verso gli altri. Io incontro e lavoro continuamente con persone che non conosco quando visito paesi in tutto il mondo, ed, ogni tanto, incontro delle rock star travestite da persone semplici. Ci può essere un futuro gran ballerino dietro ognuna delle facce nuove che incontrate!"


Jamin Jackson