giovedì 8 gennaio 2015

TRANKY DOO

Il Tranky Doo è una coreografia di danza comune nel mondo dei Lindy Hoppers.

Fu coreografata da Pepsy Bethel e per la prima volta fu ballata al Savoy Ballroom nel 1940.


Di seguito proponiamo la versione ballata da Al Minns, Pepsi Bethel e Leon James in Spirit Moves. Questo è un documentario del 1950 creato da Mura Dehn, che mostra le danze africane dal 1900 al 1986 che contiene molti importanti frammenti della swing era. La musica è Dipsy Doodle.




La base musicale fu Tuxedo Junction composta e suonata da Erskine Hawkins.

Viene spesso ballata nei locali sulla canzone Dipsy Doodle di Ella Fitzgerald.


Questa la sequenza dei passi:


– Shuffles (aka Scoots)– Fall off the log– Shuffles– Shoe shine (aka the Horse)– Boogie forward (aka Boogie fronts)– Shoe shine– Boogie forward– Apple jack– Apple jack– Rocks (aka Hallelujahs)– Rocks forward– Boogie back– Shorty George– Boogie back– Break step– Knee slaps– Suzie Q– Reverse break– Mess around– Fall off the log jumping backward– Eagle slide– Boogie drops– Mambo steps– Push turn (paddle turn)– Fall off the log going backward– Truckin’ (3x)– Float Back– The Josephine Baker (aka Crazy legs)– Walk about– Box step– Shouts (hip forward, back & side to side )– Knee slaps

Segue una interessante versione del Tranky Doo interpretata su When the Saits go Marching in, da Leon James e Al Minns.




Nel filmato che segue Al James e Leon Minns ci danno una dimostrazione razione di diverse danze vernacolari tra cui lo Shimmy, il Charleston, il Lindy e lo Snakehips. Il filmato è del 1961.



Molti passi Jazz vengono raccolti nella coreografia di Frankie Manning la famosa  Big Apple.

Per gli autodidatti: